Personal Trainer: 5 consigli per instaurare un rapporto di fiducia con il tuo cliente

March 15, 2017

Quando si tratta di preparazione atletica e condizionamento, fitness, o recupero funzionale, l’abbandono  tra i clienti è spesso legata ad una mancanza di motivazione. Quindi, cosa si può fare? Come allenatore, è necessario stabilire un rapporto trainer/cliente basato sulla fiducia.

 

Considerando i rapporti interpersonali importanti quanto l'allenamento fisico, è possibile aiutare i clienti a migliorare la loro mentalità, rafforzare la loro motivazione, e ottimizzare il loro successo.

 

1. Creare un insieme di regole e seguirle

Tutti hanno bisogno di motivazione  per qualcosa, a prescindere dal luogo dove ci si trova. Crea una serie di regole per te stesso e per i vostri clienti da seguire ogni giorno. Le regole potrebbero includere la strutturazione della seduta di allenamento e le le norme di comportamento da seguire, in modo da legare il risultato non solo alla capacità del cliente, ma anche all’impegno messo da te stesso. Rendi visibile questo regolamento a tutti i clienti, magari in una bacheca in modo da responsabilizzare tutti e farli sentire parte di un team.

 

2. Essere realistici e onesti

La maggior parte dei clienti vorrebbero conoscere la pozione magica per risolvere qualsiasi tipo di problema. La risposta: Non c'è pozione, ma un atteggiamento positivo. Se fosse così semplice come prendere una pillola, tutti riuscirebbero a raggiungere risultati senza alcuna fatica. Il  vostro scopo  come personal trainer è quello di incoraggiare i clienti a spostare il loro modo di pensare. Piccoli cambiamenti portano al successo continuo nel tempo. Un ottimo modo per farlo è attraverso la condivisione del piano di allenamento  per aiutarli a raggiungere i loro obiettivi in ​​modo che siano consapevoli fin dall'inizio di che cosa servirà per arrivarci..

 

3. Ottimizzare  il tempo a disposizione

Dal momento in cui i vostri clienti varcano la soglia fino alla fine dell’allenamento, è necessario essere focalizzati sull’obbiettivo del nostro cliente. Non lasciare nulla al caso, programma in modo preciso le sedute di allenamento. Se voi riuscite ad essere organizzati e professionali questo incoraggerà i clienti a fidarsi di voi e li motiverà a fare del loro meglio.

Si può sbagliare? Questo è spesso inevitabile. Se si ha una brutta giornata o il programma di allenamento strutturato non convince, non preoccupatevi. Guardate al vostro errore, valutate perché è successo, e fate un lavoro migliore domani. Quando questo problema accade di fronte a un cliente, è una grande opportunità per dare il buon esempio. Potrai dimostrare che si può andare avanti e provare di nuovo.

 

 

4. Cercare opportunità di auto-miglioramento

Chi è il migliore nel tuo campo? Probabilmente dipende a chi si chiede. Ma ciò che conta è che siete sicuri nelle vostre abilità. Formazione continua, conferenze, letture scientifiche; maggiore sarà il vostro bagaglio tecnico e culturale, maggiore sarà la possibilità di soddisfare i vostri clienti. Questo vale per i professionisti, ma è importante anche mantenere alta l’attenzione sul cliente, cercando di trasferire il vostro sapere e i vostri consigli anche al di fuori del contesto relativo all’allenamento, magari informandovi sulle attività svolte dai vostri clienti il fine settimana e dando dei consigli su come ampliare gli effetti dell’esercizio fisico dentro il posto di lavoro o durante  il tempo libero.

 

5. Mostrare quanto più possibile empatia.

Quando si passa da cliente a cliente, ricordate che ognuno è diverso. Mentre molti clienti possono vedere l'obiettivo finale, potrebbero mancare il coraggio, la motivazione, o la fiducia per arrivarci. Trascorrere del tempo per conoscere le storie dei vostri clienti e la fiducia si costruirà nel tempo. Ottenere una migliore comprensione dei vostri clienti può anche aiutare a personalizzare il vostro approccio e costruire relazioni uniche oltre che a darvi una mano per la costruzione dei programmi di allenamento.

 

Per maggiori approfondimenti clicca qui: Master Europeo Personal Trainer

Please reload

Post in evidenza

Analizzare un tracciato elettromiografico, l'approccio in ambito chinesiologico

March 7, 2019